martedì 3 marzo 2009

la torta della devozione

e dopo lo stufato del diavolo ecco la torta della devozione!
(Non sono incoerente!) ;)) Una mia cara amica mi ha regalato , a sorpresa, gg.fa un po' di impasto di questa torta e al di là del personale credo religioso o dell'essere agnostici...io l'ho fatta ed è venuta bene.
Ora direte : ma se uno non ha l'impasto madre come fa? Me l'ero domandato anch'io e poi ho scoperto che, come torta di devozione, si può fare anche partendo da zero e così vi posto la ricetta che NON è mia, ma che non so di chi sia , visto che mi è stata passata in forma anonima e quindi...
Affido la "paternità o maternità " a chi l'ha cominciata , augurandoLe/Gli tanto amore,salute,pace ecc.. nel pieno rispetto di qualsiasi credo religioso ...
eccovela come ricetta , trascritta dal foglietto che mi è stato dato:
AVVERTENZE :
NON usare il frollino , ma mescolare a mano con mestolo di legno !
Cominciare la sequenza e seguirla per 10 gg. esatti (sarebbe meglio cominciare di domenica).
NON mettere in frigo (credevo sarebbe andata a male e invece è stato tutto ok, ma forse perché la stagione è fredda...in estate non so come sarebbe andata a finire!).
Usare una terrina (ciotola) di vetro e come dosatore un bicchiere di vetro che riempirete coi vari ingredienti di volta in volta.
1' giorno : mettere un bicchiere di farina da dolci e un bicchiere di zucchero in una terrina di vetro , non mescolare e riporre in luogo asciutto e fresco ma non in frigo.
2'giorno:mescolare con mestolo di legno gli ingredienti e poi riporre la terrina.
3' e 4' giorno : non mescolare e lasciare riposare.
5' giorno : aggiungere in sequenza : 1 bicchiere di latte a lunga conservazione, 1 bicchiere di zucchero e 1 bicchiere di farina, NON mescolare e riporre coprendo con della carta di alluminio la terrina.
6' giorno : mescolare l'impasto con mestolo legno e riporre coprendo.
7',8' e 9' giorno : NON toccare,lasciare riposare l'impasto .
10' giorno : togliere 3 quantità di impasto (un po' meno di un bicchiere per ogni dose) e metterle da parte per regalarle a 3 persone che vorranno seguire il vostro esempio. (E' un regalo quindi fatelo solo a persone che lo gradiscono!)
Quindi a questo punto aggiungere al poco impasto rimasto 2 o 3 bicchieri di farina (regolatevi a occhio io ne ho usati solo 2 e mezzo) ,1 bicchiere di zucchero, mezzo bicchiere ( o 80 gr.) di olio di semi (meglio se di girasole), mezzo bicchiere di latte, 2 uova intere, 2 bustine di vanillina, 1 mela pelata e tagliata a dadini piccoli, una bustina di lievito da dolci , un pizzichino di sale fino e a piacere 100 gr. di noci sbriciolate o di granella di mandorle e 90 gr. di uvetta sultanina ,un pizzico di cannella in polvere.
Mescolare l'impasto lentamente fino a quando avrete amalgamato bene il tutto e poi versare in una tortiera rivestita di carta da forno.
Quindi a seconda del forno che avete (ventilato o meno) cuocete per 30-max-40 minuti a temperatura fra 180-200 gradi al massimo . Provare con lo stuzzicadenti se è cotta prima di spegnere e lasciare raffreddare.
(io ho messo un pò d'acqua sotto la tortiera nell'apposito piatto forno perché il mio vigliacchissimo forno tende a far bruciare le torte ,in quanto il termostato è ribelle!:(( )
Ovvio che la devozione sta
A) per chi crede :dire ogni giorno una preghiera mentre ci si dedica alla torta (anche nei gg. che non si fa nulla) o mandare un pensiero positivo all'universo...
B) pensare a 3 persone e regalare l'impasto ,pensando o pregando anche per queste 3 persone...
C) mangiare la torta (che è davvero buona) dividendola con persone a noi care...
Le persone a cui regalerete l'impasto ... devono fare come voi... ...
Al di là di tutto , io ho trovato divertente farlo e ancora più mangiarla al mattino come colazione (una fettina al giorno è durata una settimana!).

5 commenti:

NonnaPapera ha detto...

latte fuori dal frigo per un paio di giorni? mah!!!
E' vero che cuoce, però sono diffidende. Forse è da fare solo in inverno in case senza il riscaldamento :-)

Susina strega del tè ha detto...

Mamma mia che lavorazione!!!! Ma deve essere davvero buona!!! ^_ì

spirulina ha detto...

Io l'ho fatta 2 o 3 volte, in inverno nessun problema anche lasciandola fuori dal frigo, in estate è andata a male e ho buttato via tutto. Però ne vale la pena, è buona e poi la si gusta di più proprio perchè la preparazione è centellinata di giorno in giorno.

marella ha detto...

Dieci giorni per una torta? No, grazie, non fa per me. mbciù!

valverde ha detto...

Per tutte voi mie care eh... avete un pò ragione..intanto come dice Spirulina va fatta SOLO in inverno e tenuta in luogo fresco ,asciutto e buio...
Però viene buonissima davvero e poi se non ci fosse da "faticare" un pò (che poi non è fatica ma solo attenzione alle sequenze...) che torta della devozione sarebbe? Al di là di pregare intorno alla torta e durante la preparazione (o solo pensare positivo e meditarci un pò!) ci vuole pazienza e costanza...
E infatti cara Marella ci vuole spirito buddista come fare i mandala , ma il bello è che alla fine non si cancella come i mandala...SI mangia!!!:))))
con affetto e pace val pasticcionissima cuoca streghetta!