giovedì 2 aprile 2009

zibaldone allo specchio

Non so se riuscirò a spiegarmi bene , che tanto ultimamente la mia mente è
avvolta in un Blob di pensieri ,emozioni ,paure ,aspettative... quindi confusione, ma ci proverò...
Non so neanche se riuscirò a finire questo post "ora e qui" o se mi troverò
altrove e diverrà un post "in fieri" pieno di divagazioni as usual...già come sto facendo!;))
Quindi perdonatemi e affrontatelo se ve la sentite...
Vi consiglio di lasciare stare se non volete un mal di testa!
E' che a volte capita ... capita la sincronicità o forse solo la coincidenza...
(letto mai "La profezia di Celestino"?)
e mentre una si sta dibattendo in ambasce personalissime...
leggendo in rete capita che faccia un incontro "fulminante" se vogliamo ...
un colpo di fulmine ... un vero "coup de coer"...
Questo mi è successo : giorni fa un post di mammasterdam ...
le ho risposto sul suo blog e anche qua ..poi lei ha commentato da me...
e infine è arrivata Graz...e con lei il carico da mille!;))
GRAZIE RAGAZZE!
Già : queste due magnifiche bloggers (a me sconosciute nella vita reale ma con due anime che ..hai voglia! Illuminano anche da lontano!)
in poche righe hanno messo , involontariamente , a nudo qualcosa che ribolliva nel mio cuore da tempo...
Anzi ripensandoci bene, anche Loste mesi fa aveva iniziato con un suo post , sempre involontariamente e inconsapevolmente , a smuovere le acque in cui mi dibattevo...
I quesiti sono semplici...ma tremendi da risolvere... (banalizzando li elencherò così "nudi e crudi" come mi scaturiscono...)
Infine cosa pensiamo della vita? (questo è copiato da Loste)
e di noi stesse?
Siamo ancora seducenti a circa metà della nostra vita?
Cosa vediamo di noi stesse?
Come ci percepiamo? e infine... siamo pronte ad accettare un cambiamento... il primo acciacco vero che si chiama menopausa e poi...come affronteremo...
la vecchiaia...?
OMMAMMA...
Tanto ho letto, tanto ho pensato e alla fine nel gran zibaldone che ho dentro...posso solo arrivare a rivelazioni valide per me..solo per me...
non per egocentrismo ma perché ...non ho l'animo così distaccato da riuscire a formulare una risposta "per le altre"... già mi costa dolore per me...
figuriamoci arrivare alla verità e prendersi la responsabilità di suggerire risposte ad altre persone!
Sono allo specchio con il mio zibaldone!
Sono arrivata a pensare che addirittura la mia malattia (cioè il sentirmi malata) non sia solo frutto dei lutti dei miei ultimi anni...ma quasi una risposta a questo grande problema che è invecchiare!
E ora ricomincio da capo o meglio da molto lontano...

Quand'ero piccina adoravo i nonni e li vedevo bellissimi coi loro capelli bianchi , le movenze lente , gli acciacchi , le carezze un po' ruvide e i racconti...
E sognavo di diventare un giorno come loro...
Poi crebbi...in malo modo... segnata dalla morte prematura di un padre ancora giovane ... mi chiesi se fosse "giusto"...
Non seppi rispondermi mai...
Vidi mia madre invecchiare velocemente e precocemente... appassire nel suo dolore di vedova ... la vidi vecchia e ne ebbi paura!
Anch'io mi sarei ridotta così? La vita mi avrebbe così provata?
Perché la morte di una persona amata portava alla totale negazione di se stesse?
Com'ero infantile, immaura ed Egoista, l'egoismo della giovinezza...
E cominciai a "sfuggire" a modo mio... fughe ... fughe verso paesi stranieri ...

fughe dall'amore materno diventato soffocante...(povera mamma)
e cominciarono anche i disastri in campo sentimentale!
Nessuno poteva essere all'altezza di quel padre così speciale, morto ancora abbastanza giovane ...per essere un idolo nel mio cuore, per essere un "dio" da adorare e rimpiangere...
Nessuno mi avrebbe fatto più soffrire così per un'eventuale assenza o abbandono ... e mi sposai con un uomo sì più vecchio di me, ma che non gli somigliava per nulla ... per non rischiare di amarlo come avevo amato il mio papà... (buffo vero? sposare un uomo che io reputavo valesse meno di mio papà per non dover mai soffrire se un giorno la vita me lo avesse portato via come era successo per mio padre!) (ma questo l'ho capito solo in seguito)...
Ovvio che non c'era molta stima , ovvio che ne rimasi delusa, ovvio che ci lasciammo!
(a dire il vero non ho rimorsi visto che anche lui da parte sua non mi aveva mai amato veramente e mi aveva sposato solo per comodità--parole sue!--almeno non ho sensi di colpa!)
Passarono anni, continuavo a sentirmi uno schifo... e cercavo un papà.. ma solo inconsciamente... infatti mi sposai di nuovo e con un uomo più giovane di me di ben 13 anni ... con lui potevo essere spensierata (e sentirmi giovane come lui), ero lusingata che avesse scelto me ...e terzo punto ...non potevo amarlo come un padre... :))
Avevo vinto sulla vita!..La vecchiaia e la morte si allontanavano di nuovo!
NO! Ennesimo errore , tempo qualche anno e non eravamo più felici...
perché dopo i primi tempi mi sentivo troppo adulta e non volevo fargli da madre...
Stavo ancora cercando di capire e di crescere...figurarsi doversi occupare di un marito che si era rivelato più un "fratello" che un compagno!
E ci lasciammo in grande amicizia...
ma io ero già molto in là con gli anni, un'adulta con la testa di una ragazzina...
Cosa c'entra questo con la visione della vecchiaia...?
Che ho capito solo da poco ..che la mia era tutta una fuga ... dalla crescita!
Se riuscivo a fermare il tempo non sarei mai invecchiata come mia mamma...
Poi..per caso... arrivò il santuomo nella mia vita e TUTTO cambiò...
Non m'importava più degli anni che erano passati, della giovinezza che era volata via... dell'avvenenza che non c'era ..anzi!
Mi sentii bella come non mi era mai accaduto... mi sentii protetta.
Avevo trovato il mio papà? No, non inorridite..l'amore per il santuomo è andato subito oltre...
Non avevo più bisogno di un padre, il mio era morto...potevo ricordarlo con amore ma ...quello che avevo scoperto era l'amore maturo per un uomo...per il mio uomo!
Finalmente ero cresciuta... E la solitudine non mi faceva più paura!
Poi ,purtroppo ,mentre mi stavo godendo i primi anni di questo amore...
del mio primo vero amore, arrivò un colpo gobbo dalla vita...
persi mia mamma (che avevo imparato ad amare!) e subito dopo mia sorella ,
la mia giovane sorella che era stata il secondo pilastro della mia vita,
la figlia mai avuta, l'unica persona che mi conosceva a fondo e alla quale
avevo sempre svelato tutto...
mia sorella che è morta ancor prima di arrivare all'età del babbo...
.......... ............
E sono morta dentro , con lei se ne è andata una parte della mia giovinezza e del mio sorriso... Niente è stato più come prima!
............ ...........
E la vecchiaia ora non è uno spauracchio, non lo è più...
Banalmente ora il cuore recepisce che la vecchiaia è brutta ma ..che se arriverò ad essere vecchia ..vorrà dire che sarò ancora viva... lapalissiano vero?
E mi spavento ancora per le rughe, per gli acciacchi, per la solitudine dei vecchi che in questa società non son ben accolti...ma tremo ancora di più al pensiero di non arrivarci!
E penso che non sono poi così male, solo tonda e ciccia...( ma il grasso mi ha permesso di tener un po' lontano il dolore...) potrò anche dimagrire...(per la salute) e accettare di riavvicinarmi al mondo... alla vita ...
Se continuo a sentirmi coccolata dall'amore del mio speciale santuomo allora posso anche sentirmi bella ...
(Che mi importa se per gli altri uomini non sono carina? Ma chi li vede?
Non ho tempo per questo ...io voglio andare oltre ..io voglio fare ancora tante cose ...)
allora posso sorridere ai miei organi (l'ho già scritto da qualche parte...)
Se mi accetto..e accetto di invecchiare allora accetto anche di guarire...
di non ammalarmi...accetto di andare avanti!
Forse..forse sto guarendo...forse è solo accettando di invecchiare
che sto accettando di vivere...
E l'amore , solo l'amore mi ha salvato ...
E l'amore solo l'amore salva...


3 commenti:

graz ha detto...

Il tuo scritto mi ha commossa, dev'esserti costato un sacco di emozione e di passione scrivendolo. Si sente che viene dritto dalla pancia.

Dovrò rileggerlo con calma

Grazie di aver condiviso la tua storia ed i tuoi pensieri

/graz

marinella ha detto...

Ciao, le ho lette le profezie di celestino, Belle! Belle anche le tue elucubrazioni,non è mai facile esprimere quello che si sente.
Credo che anche se non dimenticherai mai le persone che ti hanno lasciato, per andare avanti ti occorre "lasciarle andare" dentro di te, e perdonarle per averti abbandonato.

valverde ha detto...

Grazie mie care...un bacione...val
p.s. Voi mi commovete con le vs.parole...