venerdì 24 febbraio 2012

riflessioni tristi, domande senza risposta certa

Ieri eravamo su al tugurio, finalmente si sta sgelando un poco... c'era anche il sole..
Ecco è ciò che avevo scritto il 23 ... poi alcune notizie non belle e mi sono fermata ... la vita è così! ... purtroppo è morto un amico/collega di Sant, è morto lavorando, volato giù da un tetto di una fabbrica per un cedimento di una lastra in fibrocemento...e all'improvviso le cose di ogni giorno perdono importanza...Che brutto periodo...solo poche settimane fa un'altro amico (radioamatore) giovane ci ha lasciato , causa malattia... ecco quando la morte ti sfiora negli affetti ... ti fermi e cominci a pensare e soprattutto di fronte a morti "premature" non ti dai una spiegazione, non ti rassegni e solo il silenzio aiuta...La vita deve continuare, ma ci si chiede (almeno io lo faccio) cosa sia più giusto... E' bene vivere spensierati , un poco come se ogni giorno fosse l'ultimo, senza curarsi di ciò che accadrà, senza progetti a lunga scadenza, quasi immemori e scialatori tipo cicale... divertendosi, assumendosi il minimo di responsabilità e mangiando/divorando il tempo? O da sagge formichine continuare a pensare al futuro, lasciando la facile strada dell'incoscienza, costruendo mattoncino su mattoncino... e posticipando lo svago ?Insomma: visto che la vita è così breve e il futuro aleatorio, visto che il destino si beffa di ciò che è giusto... perché continuare a dannarsi? A volte mi chiedo se tutti i sacrifici che stiamo facendo avranno un risvolto positivo e se vivrò così a lungo da poterne beneficiare, da godermi il nostro tugurio accanto al mio amore e in salute … o se la mannaia del fato mi colpirà a tradimento…E il dolore dietro la porta , sempre in agguato, mi terrorizza...poi rifletto e...... Quando sto nella natura e torno alla pace della terra , a guardare un tramonto... ad ammirare i giochi dei nostri gatti... o sento la carezza di mio marito , una sua parola dolce... allora capisco che questa vita è così preziosa che non voglio angustiarmi per ciò che sarà... voglio vivere appieno il "qua e ora"... forse devo solo ringraziare per "quel Tanto" che ho già e sognare che possa durare ancora un poco.

Tanto Amore a voi G e A che ora siete nella Luce...vi ricorderemo ...

4 commenti:

zula73 ha detto...

Cara Val.
Capisco molto bene quello che pensi. Non credo ci siano parole veramente sagge che posso dirti (saggia io?...mi verrebbe proprio da ridere!)
Anche io spesso penso quello che tu hai scritto. Allo stesso tempo mi dico che se si smette di vivere in previsione del peggio che "portrebbe" arrivare che senso ha stare qui?
I progetti danno uno scopo alla nostra esistenza e condividere le nostre esperienze con gli altri, con chi ci sta nel cuore,credo sia la cosa più bella della vita stessa.
Siamo qui! Progettiamo il domani e godiamoci l'oggi...quello che va al di là delle nostre possibilità e non possiamo gestire, lasciamolo a chi di dovere...
Un bacio.
Nunzia

valverde ha detto...

Che belle parole cara Nunzia e ..sono sagge ! :D ( anche se non ci credi!)... sei una persona solare e si vede...
Grazie...
un bacio
val

Spirulina ha detto...

Sono le stesse domande che mi sono posta l'estate scorsa quando un incidente in moto ha portato via il nostro amico. E sono giunta alla conclusione che se hai avuto una vita ricca di affetto, amore, e hai potuto fare alcune delle cose a cui tenevi, allora è valso la pena vivere fino a quel momento.
Se io dovessi andarmene ora, sarei comunque felice della vita che ho fatto fino a qui, ho incontrato l'Amore, ho il cuore leggero, ho visitato dei posti bellissimi, ho assaporato ogni viaggio con tutti i sensi e ora ho anche un sacco di amici virtuali. Se mai dovesse succedere sappiate che me ne sono andata felice. (ora vado a fare tutti gli scongiuri del caso perchè ho ancora mille progetti in mente)....un abbraccio forte a tutti e due!

valverde ha detto...

Cara Spirulina è molto bello ciò che scrivi e forse è vero...
Se uno ha vissuto una vita molto piena ,non è "passato" invano su queste terre...
ecco dovrei vederla così...
(proprio per questo a volte ,solo a volte, mi sento così giù...perchè credo di non aver fatto mai nulla di importante per gli altri e quanto a me stessa,
mi sento ancora così inadeguata... mi sembra di essere sempre un passo indietro rispetto a ciò che vorrei... però qualche volta sono felice, chissà...sarà colpa del mio carattere così "esigente", pretendo molto dalla vita ,da me stessa, dagli altri...
ecco : sò na borsa!;D)
un grande abbraccio e bacioni
val
p.s. mi aggrego a te per gli scongiuri:che vorrei leggerti fino ai miei 150 anni !!!;DD