venerdì 3 febbraio 2012

tugurio'adventure, survivor!

Beh vivi , siamo vivi... e anche incolumi (i muscoletti un poco doloranti!) ma ,ragazze mie, è stata una VERA AVVENTURA! Siam partiti tardi , per aspettare che sgelasse...seee... -4 era e meno -4 è rimasto! E allora alle 11 siam andati via , destinazione Tugurio! A parte i primi 500 metri fatti con grandi santiamenti del Santuomo ,visto che la nostra frazione di PrimoMaggio si vede che risulta sconosciuta al comune di appartenenza cioè MoltaPuzzaCastelMaggioreMaleficoMaleficio :D perchè da noi la neve in due gg. l'han spazzata una sola volta col risultato che c'erano ben 40 cm di neve pressata e ghiacciata stamani, stile pista da pattini sul ghiaccio...sgrunt! E dado ha pure le gomme da neve ,ma si scivolava una meraviglia, comunque arrivati sulla strada per Corticella era tutto pulito e così è stato anche in autostrada e fino a Imola. Poi a Imola qualche tratto pulito e qualche no (e parlo di strade importanti come la via Emilia!)..però si andava e di nuovo pulitissimo per la Casolana Riolese la statale 306 , decisamente più bravi questi comuni collinari che han fatto pulire le strade alla perfezione. Poi siamo arrivati al nostro bivio e qua ovviamnte sapevamo che avremmo trovato la neve , la nostra è una stradina con pochi abitanti (4 o 5 poderi sperduti) ,in salita, stretta e tortuosa e lo spazzaneve porello è passato ma solo due volte... Così ci siam fermati , Sant ha montato le catene -che anche se dado ha le gomme termiche ci volevano proprio le catene,anzi se avessimo avuto i cingoli sarebbe stato meglio!- e con grande pazienza e alla velocità di una lumaca ubriaca siam andati su... un paesaggio da favola, ma eravamo troppo tesi che da una parte c'è il fosso e dall'altra beh lasciamo immaginare qualche scarpatella c'è! In mezz'ora siam saliti (sono 2 chilometri e mezzo)e arrivati al cancello, con abili manovre e qualche preghiera Sant ha parcheggiato nel piccolo spazio fra la curva e il nostro cancello, in modo da non restare sulla strada (anche se non è passato nessuno in tutto il giorno!)....ed è uscito nella neve ehm solo 90 cm.! O.o
Praticamnete affondava a tre quarti della gamba e si è fiondato in questo ammasso bianco ed è scomparso per mezz'ora...il tempo di raggiungere la stalla (sono 60 metri) e tornare a salvare la sua strega, con il fido Poldino! Cioè l'escavatore al quale tempo addietro aveva montato una sorta di pala spazzaneve. E pian piano è arrivato , abbiam lasciato il furgone là e caricati delle sporte su Poldino siam tornati alla stalla.Vi chiederete perchè siam andati su, beh in primis per i gattosi e poi per vedere se c'erano danni. I gattosi erano tutti dentro la stalla e si son precipitati sulla pappa , han mangiato e bevuto a sazietà (avevano finito tutto quello che gli avevamo lasciato)e abbiamo ripristinato le scorte! 3 padellone piene di pappa fresca e ben un chilo e mezzo di croccantini sparsi in 3 ciotole, poi acqua e latte a volontà (col freddo che fa si mantiene bene). E per il tempo che siam rimasti dentro han scorazzato qua e là senza uscire e avvicinandosi sempre più a noi! Il freddo ce li ha resi più mansueti! Abbiam acceso la stufa , constatato che il frigo si è rotto (il gelo ha danneggiato la serpentina, già perchè fuori era circa -6 ma dentro solo zero gradi!) e poi ho provato a lasciare fuori un pò di pappa per i pennuti, ma vicino, che non sono riuscita ad arrivare al muretto! E infine visto che continuava a nevicare (e ci eravamo bagnati nonostante scarponi , pantaloni da sci ecc) dopo un ulteriore cambio siam tornati al furgone ma stavolta camminando sulla strada spianata da Poldino (lui l'abbiam lasciato nella stalla che se no sotto il gelo non sarebbe utilizzabile fino a Pasqua!). Purtroppo non ho visto gli alberelli, hahaha la neve è così alta che li ha avvolti completamente, ma speriamo stiano bene. Il tetto del fienile ha continuato a cadere giù , il tuguriaccio invece : non pervenuto! che non siam riusciti ad arrivarci. Tanto non avremmo potuto fare niente. Sono sincera : non mi aspettavo così tanta neve e soprattutto mi chiedo come faremo a viverci...forse dovremo rivedere i nostri piani e attrezzarci meglio, come i vicini che col trattore risolvono molto e soprattutto è necessario avere un buon impianto di riscaldamento e tante scorte ! Tornati giù sempre senza guai, Sant ha smontato le catene e via verso Bo, ma è stata una vera avventura , almeno l'ho vissuta così, molto suggestiva! Ieri sera avevo iniziato a raccontarvela, ma ero ciucca dal sonno e dopo un buon brodo vegetale bollente son andata a letto! Una nota positiva : forse si son riempite le cisterne e non avremo problemi di carenza d'acqua l'estate che verrà!

Nessun commento: