mercoledì 18 aprile 2012

di nuovo in piedi?

Ieri andata su al tugurio ...era piovuto e ho trovato anche l'ennesima disgrazia.... Forse a causa del freddo improvviso o della forte pioggia o di un veleno ingerito in qualche luogo ...la micia selvatica Ludmilla incinta (quella che avevamo scambiato per maschio visto la sua mole e che aveva la coda storta ) è morta... L'abbiamo trovata fra l'erba alta, già rigida... era tutta bagnata e non mostrava nessuna ferita .... Inutile dire che mi sento da schifo, ero andata su venerdì e avevo lasciato tanta pappa buona sparsa nei rifugi coperti , al riparo da pioggia e vento e poi i gatti hanno il buco dove passare per entrare nella grande stalla al chiuso dove ci sono ceste , coperte , acqua e altro cibo e infatti gli altri sei erano vivi... Ora temo che sia morta per un'infezione, ci sarà un'epidemia?
Ho disinfettato tutto e ho sepolto la micia in una fossa profondissima; sopra messo tanta altra terra e ho posto un alberello di rusticani, quando crescerà e le sue foglie stormiranno al vento Ludmilla tornerà a miagolare ...
ora anche lei è di Là dal Ponte coi suoi micetti mai nati... :(
Lo so che per i gatti randagi ci sono tanti pericoli e la vita è breve, ma non sono mai riuscita ad avvicinarla abbastanza per poterla addomesticare e quindi curare e vaccinare ecc.. Dovrò prepararmi mentalmente a tanti di questi eventi.
Vista poi la situazione ho piantato altri 4 rusticani , con le prossime piogge forse terranno. Se vi chiedete che senso abbia continuare a piantare alberi , vi dico che sto pensando tanto alle varie soluzioni future per me... Vendere per ora è impossibile, per svariati motivi. ( e poi chi vuole Mai vendere quello che è stato il progetto e il lavoro di 5 anni?la casa che avevamo sempre sognato assieme quando lui mi amva ancora?). Forse potrei anche vivere al tugurio da sola , anche se non è terminato... Che sarà mai? Magari una vita ascetica alla "hamish" potrebbe farmi bene (non che io non ami le comodità, ma penso a chi non ha nulla , in confronto io sono una regina...quindi perché non adattarmi?).
Cercherò di sopravvivere alla paura della solitudine, è solo una sensazione da superare. Lo so che per chi vive da sempre in campagna, questi miei discorsi da quasi ex cittadina sembrano assurdi : l'isolamento non pesa a chi ci è abituato. In effetti non parlo della comodità di avere tutto vicino, io parlo del ritrovarmi sola , di notte , in inverno in una stalla isolata...per me che non ho patente (e non posso prenderla, sfatiamo una volta per tutta che io non l'abbia mai presa per capriccio: non me la danno per i miei difetti pesanti alla vista : miopia+astigmatismo che non vengono corretti bene neanche dagli occhiali). Parlo non della paura degli animali selvatici (che han ben più paura di me) ma del pericolo di una donna sola che potrebbe far gola a malintenzionati (sapessero che non ho neanche un soldo , ne preziosi e che forse l'unico lusso sarebbe un vecchio pc)...Insomma temo gli umani e temo che essendo distante ben 7 chilometri dal paese mi sarà difficoltoso organizzarmi per la spesa alimentare o altre cose tipo andare a pagare qualche bolletta o vedere altra gente, ma finché non provo...
E comunque dovrò almeno installare un congelatore per le provviste, un gruppo elettrogeno per la mancanza di elettricità (succede spesso) , un boiler per l'acqua calda e una seconda stufa a legna non per cucinare ma per riscaldare quell'enorme luogo gelido!... Dovrò imparare a usare da sola e senza farmi male! la moto falciatrice , la sega a motore per tagliarmi la legna e la pompa dell'acqua... Credo che ce la farò, in fondo ho vissuto sola per anni, ho viaggiato tanto vivendo con poco e sempre onestamente, ho imparato tante cose nella vita , molti "lavori" da uomo so farli , è solo l'urgenza di tutto ciò che mi spaventa . Non sono la mammoletta che si può pensare . Confesso solo la mia momentanea debolezza, ora come ora, vorrei solo riposarmi un po', prepararmi alla prossima battaglia per la mia Vita (mi viene in mente il classico di Ron Hubbard : Battaglia per laTerra!). Vorrei solo farmi coccolare , avere due braccia nelle quali rifugiarmi e sentirmi ancora "importante" per qualcuno, ( e in verità vorrei ancora che un giorno lui tornasse da me , il mio amore non si è estinto in un batter d'occhio... so che l'amerò ancora e ancora... lui è la storia più importante e profonda della mia vita) ma non posso sognare e devo farcela.
Sono più forte di questa prova e devo attingere all' energia universale delle mie ave che erano donne toste , donne che hanno allevato nella miseria e durante due Guerre, uno stuolo di figlie e sono sempre sopravissute bene, senza cedere a ricatti, senza svendersi , senza arrendersi mai. E dopo sto "pippone" (ma come fate a leggermi ancora ?!) vi lascio , più tardi posterò alcune foto scattate lassù...
qualche fiore e il buco sul tetto del fienile che sta crollando!

8 commenti:

m.fidanzi ha detto...

Brava ragazza!!!! così si fa,,, per l,insonnia, prova la melatonina, è naturale e non da effetti collaterali. Auguri Maria

morgana ha detto...

Mi spiace per la micia,e tu fai quello che ti senti di fare, nelle comunità contadine c'è molta più collaborazione che in città e poi tu sei una fata silvana e in quello che scrivi lasci trasparire tanta dolcezza e forza non hai bisogno di sentirti importante sei importante.Un abbraccio

valverde ha detto...

Maria cara grazie , purtroppo la melatonina mi regala solo 3 ore di sonno..sono un caso senza speranza !;D o forse sono un toporagno che vive senza quasi mai dormire!;D
bacioni
val

valverde ha detto...

Morgana ..una fata silvana? non sai che complimento sia per me , che ho sempre pensato di essere una donna silvana ( quella che descrive lo psicologo Claudio Risè e che dice sia la metà giusta dell'uomo selvatico...
e lo ero..
ma il mio uomo selvatico ora non lo è più... )
( selvatico è nell'accezione dello psicologo , non è da prendere alla lettera... c'è tutta una filosofia dietro...)
grazie.
un bacio
val verde boschiva!;D

zula73 ha detto...

Ciao Val.
Non mollare!
Sei speciale, anche se non te lo ricordi spesso! :-D
Bacioni!
Nunzia

valverde ha detto...

Uhm diciamo che al momento cara Nunzia le mie "quotazioni" stanno piuttosto in basso!;)
tipo le canestracci oil de "Mia moglie è una strega" (vecchio film con Pozzetto e la Guidi!forse sei troppo giovane per averlo visto, anche se spesso lo replicano, è veramente un film leggero da guardare per ridere e poi c'è uno splendido diavolo: Asmodeo -Helmut Berger- che era la mia passione ai tempi!mai visto "Ludwig"?:)
...quindi vedrò di farmi un appunto su ciò che mi dici!;D
baci val

Gata da Plar - Mony ha detto...

Oddio Valina... mi dispiace per la micia-quasi-mamma... :*(((

Concordo con le altre amiche di blog: sei una donna FORTE e ce la farai, ne sono convinta!!!!
Un abbraccio fortissimamente forte!

valverde ha detto...

Sai Gata ..con sta storia che sono una donna forte ..sono poi quelle fragili-bimbe da proteggere che si cuccano il compagno-padre! bah!
Comunque accetto il complimento eprchè so che tu intendevi un'altra cosa ..hihihi!
bacioni
vallina tua che fa ironia!