martedì 8 maggio 2012

solitudine

Foto di Marco Occhi scattata a Venezia.


5 commenti:

mauri ha detto...

La nascita è un momento di solitudine e la morte è un momento di solitudine, sono esperienze che si fanno sempre da soli, non c'è mai nessuno che fa quella strada in quel preciso momento assieme a noi, anche durante la vita viviamo momenti di immensa solitudine, si può essere in mezzo a una folla in solitudine e vedere la gente che ti passa accanto ed essere soli, si può essere soli in mezzo agli amici, perchè anche gli amici a volte vanno e vangono, il più delle volte se ne vanno quando ne avremo bisogno, e così e per gli amori, a volte si ama in solitudine, ma questo è un'altro discorso, solo quando sono solo con me stesso non sono mai solo, sono in compagnia del mio io e non sono mai in solitudine, la solitudine è solo una sensazione, come il caldo e il freddo, sono solo delle sensazioni.
C'è stato un periodo buio nella mia vita e un mio caro amico mi disse in un momento in cui a me sembrava di aver toccato il fondo, "basta guardare in basso e vedrai che non sei ancora arrivato in fondo, ti mancano ancora altri 3 metri", ma sono solo sensazioni, è il tao, il mutevole, le cose vanno e vengono, tutto è mutevole affinche nulla cambi e nulla cambia affinche tutto sia mutevole, perchè torni la luce c'è bisogno del buio e perchè torni la tenebra vi è necessità della luce.
Ma ricorda che sono solo sensazioni, scusa la lunghezza ma mi sono fatto prendere la mano, buona e luminosa giornata.
Ricorda che una giornata di pioggia si può intrepretane in tanti modi, io la vedo come una splendida e meravigliosa gionata di pioggia, è tutta questione di punti di vista e di sensazioni. Ciao.

morgana ha detto...

Non si ama mai inutilmente, ogni sentimento che si prova ci arrichisce anche se qualche volta ci fa star male.Una persona che non prova sentimenti è sola perchè non aprezza ne amicizia ne amore,tu mia cara sei piena di sentimento e molto piu ricca di chi non lo ha aprezzato perchè sei vera. Un bacione

valverde ha detto...

Carissimi Mauri e Morgana vi accomuno nella mia risposta...
Ho apprezzato molto ciò che scivete , è vero...
ma io ho interpretato diversamente la frase sopra...
Forse mi sbaglierò ma credo che significhi :
non si è soli ne si soffre di solitudine quando si è soli con se stessi ( e sono d'accordissimo) ma ci si accorge di sentirsi "soli" quando si continua ad amare qualcuno che non lo gradisce più... ecco il motivo dell'avverbio "inutilmente"
cioè non si dovrebbe continuare ad amare chi non ti vuole più perchè è veramente inutile e fa soffrire ancora di più!
OVVIO poi che fra il dire e il fare ...!
Forse è per questo che mi sento così sola ..perchè continuo ad amarlo ,anche se so che non serve a nulla...lui non tornerà da me..ma il mio cuore non ne vuole sapere di fermarsi e quindi accetterò i tempi del mio cuore...
non trascurando la mia vita , i miei amici preziosissimi, i miei adorati animali..il mio povero tugurio ecc...
Ho un cuore così grande che posso lasciarne un pezzetto solo a lui...
e forse un giorno guarirò!
bacioni
e grazie per le vostre parole
val

Gata da Plar - Mony ha detto...

Io non sono brava a far discorsi, ma posso lasciarti un abbraccio fortissimo... e TU sai che per me è davvero speciale... :*)

valverde ha detto...

grazie gatina mia...
la tua vallina che stasera è ancora più triste...
anche oggi è stato bruttissimo...
molto peggio di quel che pensavo..
ennesima bugia e ogni volta che ne scopro una è come se un pezzetto di me morisse...
io sono un horcrux, sono il sesto horcrux ( cioè Harry Potter stesso) e c'è un pezzo di me dentro a Voldemort...
dovrò morire per non morire e vincere sul signore del male..
;(