mercoledì 20 marzo 2013

19 marzo

beh ormai è passata la mezzanotte ma posso ancora dirtelo Papà :Auguri, anche se quest'anno è stata una  triste giornata...
Sono 30 anni ormai che non sei più qua...che non ti posso abbracciare e a volte mi manchi ancora così tanto ..da "morirne",ma poi realisticamente so che se fossi ancora qua , ti coccolorei sì mio vecchio papino ma ...litigheremmo ancora !
Eh sì le nostre discussioni, già le nostre infinite battaglie verbali , piene di elucubrazioni...ci attaccavamo nell'intento di convincere l'avversario ...discutevamo di tutto... e tu tentavi di saggiare la mia arrendevolezza di figlia! ...se riuscivi a farmi tacere con la tua logica impeccabile riscuotevi la vittoria (quasi sempre incombenze che non amavo molto portare a termine -tipo riordinare la mia stanza!;D) ma non eri proprio felice..in fondo ti piaceva che io ti tenessi testa e le rare volte che ti dichiaravi sconfitto eri  più allegro! (e pagavi il tuo debito d'onore..- fu così che una volta ti strappai il permesso di venire con te in Fiera, di farti compagnia per quei giorni, lontani da casa!). E' passato tanto tempo ormai,30anni e credevo di essere diventata adulta... ma l'anno scorso ho scoperto che non era così... Quando la mia vita è cambiata , mi sono accorta che ti avevo sempre cercato...sempre...in tutti i miei amori, nelle mie amicizie e ho capito che dovevo superare questo impasse... TU eri mio padre, gli altri...no..non potevano, non dovevano essere tuoi sostituti... e ho contato i "padri putativi" che ho perso... il mio complesso dell'abbandono , della perdita; il mio desiderio di protezione!
 Alla fine l'unico a rimanermi accanto, per assurdo, eri stato proprio tu o meglio il ricordo che avevo di te...
Ora è passato un lungo anno , fra i più difficili della mia vita e oggi non è stata una bella giornata ...perchè nonostante tutti i passi avanti che ho fatto in questi mesi,  oggi avrei voluto ancora rifugiarmi fra le tue braccia e sentirmi dire che ero ancora  la tua piccola adorata , la tua rossa del cuore... Avrei voluto sentirmi amata come solo da un padre si può... Se fossi stato qua , avrei cucinato per te , avremmo fatto una passeggiata su al tugurio, ti avrei mostrato i nostri lavori , il tuo bancone sul quale restauro i mobili ,sai : saresti fiero dei miei progressi... lo so...
Oggi ,da sola, ho camminato nel campo ancora bagnato e sono arrivata ai piedi dell'albero  ove le tue ceneri si sono riunite all'Universo e per un attimo , nel vento ho udito la tua voce ...
***
ciao Eddy, un giorno ti rivedrò <3
tua r.

Nessun commento: