lunedì 21 aprile 2014

mistocchine personalizzate vegane

Bene oggi Pasquetta o Lunedì dell'Angelo: clima bizzarro qua a MoltaPuzzaCastelMaggiore ... ieri eravamo su alla Tana e c'era il sole, giornata tranquilla ...oggi invece qua. Vuoi perchè il clima non mi ha ispirato , vuoi che ogni tanto ho delle ricadute, oggi non ho fatto la brava! O meglio : sempre cibo vegano ma ..ehm ..dolce...ariehm! ;(( pentita sugno... seeee...;)))) Dunque riepilogo un poco , prima della ricettina! La settimana passata ha visto il mio primo vero digiuno , un solo giorno di prova ...ed è andato benissimo ...dalla sera di martedì fino alla sera di mercoledì , il giorno prima solo dieta liquida e a seguire ,dopo il digiuno, dieta liquida di un giorno ( significa : centrifugati di frutta e/o verdura , tutti ingredienti crudi e basta, senza aggiunta di altro) per un totale perciò di 3 gg. disintossicanti ( il giorno di digiuno solo acqua naturale minerale a bassissimo contenuto di sodio bevuta a piccoli bicchierini per volta e non fredda). Non ho patito fame,anzi non me ne sono accorta! mi sono riposata molto e le meditazioni sono state più "profonde" , insomma un gran benessere..il che mi spinge a riprovare questa settimana sempre solo per un giorno. Poi sono arrivati giorni di festa e non ho avuto tanta fame ,ne volgie!ho mangiato normalmente :tanta verdura cruda , tanta frutta e anche due volte della pasta integrale senza nessun condimento se non un pò d'olio evo. Sto passando lentamente dal solo vegano a vegano crudista...Sto meglio , dormo di più e da gennaio ad ora ho perso molto peso ma senza accorgermene, cioè senza risentirne. Ho bandito totalmente i formaggi, le uova , i latticini e i grassi( tranne un poco d'olio extravergine d'oliva o a volte olio semi girasole spremuto a freddo Bio) e gli zuccheri e il mio diabete è calato! E veniamo ad oggi ..beh oggi complice la giornata e alcuni momenti di noia ecco che nel pomer. mi è venuta voglia di dolce..e ho ascoltato il mio corpo, in fondo se dopo settimane senza dolci,oggi li desideravo... mi sono accontentata ma senza usare il famigerato zucchero che non userò mai più!( neanche di canna integrale). e mi sono viziata con le mistocchine. Che sono ? una delizia bolognese di un tempo..del tempo dei poveri che usavano la farina di castagne E' una ricetta che va bene anche per i celiaci , visto che è priva di glutine . Vi posto la mia personale ricetta veganissima ... Circa 250-300 grammi di farina di castagne, farina che deve essere finissima e non grossolana ma assolutamente pura cioè senza nessun altro ingrediente aggiunto. e 150 grammi di farina di nocciole , ovvio nocciole italiane e Bio ( così come per le castagne) quest'ultima è una farina più grossa e "sbriciolosa". un pizzico infinitesimo di sale marino fino. un bicchiere da 320 grammi di latte di riso Bio, anch'esso puro cioè non zuccherato e non addizionato di nulla!, un cucchiaio di cacao amaro puro in polvere, due cucchiai di liquore all'anice se gradito( meglio quello fatto in casa ehh) un cucchiaino di sciroppo d'acero puro(facoltativo) , un pizzico di polvere di anice stellato (idem facoltativo) e olio evo q.b. Ho messo dapprima la farina di castagne e il sale in un'ampia ciotola e ho mescolato piano con un pò di latte di riso senza formare grumi , ho continuato con la frusta a mano a miscelare tutta la farina con tutto il latte, poi aggiunto pianissimo a pioggia la farina di nocciole che addensa e sempre mescolato per non fare grumi infine tutti gli altri ingredienti sempre pianissimo... e mescolato e rimescolato fino a ottenere una crema/impasto denso ma ancora mescolabile ...per questo vi indico 250-300 grammi di farina perchè dipende anche dalla qualità della farina e dall'umidità presente, che il composto sia denso ma non esageratamente duro. (fare delle prove e aggiungere ingredienti mano a mano per testare la corposità del composto). Intanto avevo surriscaldato una piastra sul fornello a gas..ora chi ha la fortuna di avere una pietra ollare e una stufa a legna o caminetto ..meglio, beato lui! se no piastra in ghisa..si scalda molto calda prima si unge con olio evo.... I non vegani potranno usare lo strutto , io ho usato una bella dose di olio e.v.o. che tiene il calore ! Ho versato una piccola parte di composto e versandolo gli ho dato la forma tonda di circa 16 cm diametro e di spessore non superiore a 1centimetro e mezzo max 2...la piastra deve essere bollentissima perchè il composto che livellerete con una spatola di legno, si deve indurire e fare pellicola come fosse una frittata che so adensa o come una crepe, okey? Si lascia cuocere stando attenti che non bruci e si stacca pian piano con la spatola di legno e mano esperta rigirandola...circa 3-4 minuti per lato...poi si adagia su un piatto e si versa ancora del composto a formare un nuovo disco. Ho ottenuto 4 dischi da 16 centimetri ben cotti. Si lasciano raffreddare un poco e si mangiano cospargendoli a scelta con pinoli o uvetta, con sale e rosmarino ... o solo così ... o con marmellata ...o spruzzandoli ancora con altro liquore d'anice o sciroppo d'acero ... E' una versione personale delle mistocchine .Unica nota dolente : sono caloriche , squisite e si finiscono in un battibaleno!;) Il menù di Pasqua? beh le uova marmorizzate alla cinese ( in archivio c'è la ricetta credo Pasqua 2009 o 2010 ma la ricetta c'è anche nel web!) per il Consorte che non è vegano; l'indivia belga allo zenzero ( vedi ricetta post precedente) e lenticchie al cumino ...( posterò la ricetta ma ..mi vergogno che è di una semplicità disarmante) ...e ieri ero piena ... proprio come ora...mi sa che salto la cena completamente! aloha ...

Nessun commento: